Decreto cura italia prospetto esemplificativo

  • -

Decreto cura italia prospetto esemplificativo

Tags : 

Decreto Cura Italia prospetto esemplificativo 

 

 

Cosa

Sospensione

Ripresa

Imprese del settore turistico, filiere dello spettacolo, ristorazione, sport e cultura (1)

– Ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente e assimilati, contributi previdenziali e assistenziali, premi per l’assicurazione obbligatoria

– IVA in scadenza a marzo

Dal 2 marzo al 30 aprile 2020

Versamenti da effettuare in unica soluzione, senza applicazione di sanzioni e interessi, entro il 31 maggio 2020 (1° giugno 2020) oppure in massimo di 5 rate mensili a partire dalla stessa data. Non si fa luogo al rimborso di quanto eventualmente versato in precedenza

Associazioni e società sportive (professionistiche e dilettantistiche)

Versamento entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione in massimo 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di giugno

Persone fisiche, imprese ed enti con domicilio fiscale, sede legale o operativa nel territorio dello Stato

Adempimenti tributari diversi dai versamenti e dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale (2)

Dall’8 marzo 2020 al 31 maggio 2020

Gli adempimenti sospesi devono essere effettuati entro il 30 giugno 2020

Contribuenti che nel 2019 hanno realizzato ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro

– Versamenti da autoliquidazione relativi a ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente e assimilato e alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale effettuate in qualità di sostituti d’imposta;

– Versamenti IVA;

– Contributi previdenziali e assistenziali;

– Premi per l’assicurazione obbligatoria

Dall’8 marzo al 31 marzo 2020

Versamenti da effettuare in unica soluzione entro il 31 maggio 2020 (1° giugno 2020) o mediante rateizzazione in massimo 5 rate mensili di pari importo. Non si fa luogo al rimborso di quanto eventualmente versato in precedenza

Contribuenti che nel 2019 hanno realizzato ricavi o compensi superiori a 2 milioni di euro

Versamenti fiscali e contributivi in scadenza al 16 marzo 2020

Versamenti da effettuare entro il 20 marzo 2020

Contribuenti che nel 2019 hanno realizzato ricavi o compensi non superiori a 400.000 euro

Non sono assoggettati alle ritenute d’acconto ex articoli 25 e 25-bis, D.P.R. n. 600/1973 da parte del sostituto d’imposta, a condizione che nel mese precedente non abbiano sostenuto spese per prestazioni di lavoro dipendente o assimilato.

Dal 17 al 31 marzo 2020

L’ammontare delle ritenute d’acconto non operate dal sostituto è versato direttamente dal contribuente in unica soluzione, entro il 31 maggio 2020 (1° giugno 2020) in unica soluzione o in massimo 5 rate mensili.

Persone fisiche, imprese ed enti che al 21 febbraio 2020 avevano residenza, sede legale o operativa nei Comuni della zona rossa istituita dal D.P.C.M. 1° marzo 2020.

– Versamenti e adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché degli accertamenti esecutivi

– Ritenute alla fonte sui redditi da lavoro dipendente e assimilato

Dal 21 febbraio al 31 marzo 2020

Versamenti da effettuare in unica soluzione entro il 31 maggio 2020 (1° giugno 2020) o mediante rateizzazione in massimo 5 rate mensili di pari importo. Non si fa luogo al rimborso di quanto eventualmente versato in precedenza.

Settore dei giochi

– Versamento PREU e del canone concessorio (3)

In scadenza entro il 30 aprile 2020

Versamenti da effettuare entro il 29 maggio 2020, in unica soluzione oppure con rate mensili di pari importo, compresi gli interessi legali calcolati giorno per giorno.

In caso di pagamenti rateali, la prima rata è versata entro il 29 maggio e le successive entro l’ultimo giorno del mese; l’ultima rata è versata entro il 18 dicembre 2020

Tutti i contribuenti

Versamenti dovuti in base a cartelle di pagamento, avvisi di accertamento esecutivi, avvisi di addebito

Dall’8 marzo al 31 maggio 2020

Versamenti da effettuare entro il 30 giugno 2020

Pace fiscale

Rottamazione ter, saldo e stralcio (seconda rata), definizione agevolata dei debiti per risorse proprie dell’Unione europea

Rate in scadenza, rispettivamente, al 28 febbraio, e 31 marzo 2020

Versamenti da effettuare entro il 31 maggio 2020 (1° giugno 2020)

Agevolazioni previste per :

-Imprese turistico-ricettive, agenzie di viaggio e turismo, tour operator, guide e assistenti turistici;

– federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive (professionistiche e dilettantistiche), gestori di stadi e impianti sportivi, palestre, club e strutture per danza, fitness e culturismo, centri sportivi, piscine e centri natatori;

-teatri, sale da concerto, cinema, discoteche, sale da ballo, etc.;

– organizzatori di corsi, fiere ed eventi;

– gestori di attività di ristorazione, gelaterie, pasticcerie, bar e pub;

– gestori di musei, biblioteche, archivi, giardini, riserve e luoghi culturali;

– asili nido e servizi di assistenza e didattica, scuole guida, ecc;

soggetti che svolgono attività di assistenza sociale non residenziale per anziani e disabili;

-aziende termali e centri per il benessere;

– soggetti che gestiscono parchi divertimento o tematici;

– strutture che gestiscono servizi e stazioni di trasporto, compresi i servizi di noleggio.

-servizi di noleggio di attrezzature sportive e ricreative ovvero di strutture e attrezzature per manifestazioni e spettacoli.

– Onlus, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale che esercitano una o più attività di interesse generale.

La sospensione non riguarda i termini relativi alla dichiarazione dei redditi precompilata 2020.

 Per le sale bingo non è dovuto il canone di concessione a decorrere dal mese di marzo 2020 e per tutto il periodo di sospensione dell’attività.